La scoperta dell’ ittito e le teorie sull’indoeuropeo

31 Ottobre 2006 | Commenti disabilitati

La scoperta dell’ittito cambiò molte prospettive nell’ambito degli studi sull’indoeuropeo. Dietro la scrittura cuneiforme delle genti che popolarono l’Anatolia intorno al 2000 a.C. era celata una lingua indoeuropea e, nonostante le tavolette fossero state rinvenute a fine Ottocento, si pervenne alla sua decifrazione ed alla sua classificazione come lingua indo-europea solo nel 1915. Ciò avvenne [...]

Giovanni Semerano e l’illuminazione dell’accadico

24 Ottobre 2006 | Commenti disabilitati

Ho scoperto Giovanni Semerano (1913-2005)ed il fascino della sua enorme dottrina etimologica attraverso la lettura del suo lavoro: «L’infinito: un equivoco millenario» (2001). Semerano fu allievo di Giorgio Pasquali, di Bruno Migliorini e di Giovanni Devoto ma, non essendo un uomo dell’Accademia, le sue posizioni di sicuro eccentriche, gli valsero non poche antipatie da parte [...]

Le prime grammatiche delle lingue mesoamericane

20 Ottobre 2006 | Commenti disabilitati

Francisco de Zumárraga, primo vescovo del Messico, introdusse la stampa nel Nuovo Mondo nel 1534 ed il primo volume dato alle stampe fu un catechismo bilingue in nahuatl e spagnolo. Ci fu subito quindi la volontà di familiarizzarsi con le lingue e le culture indigene. Le grammatiche redatte in questa epoca storica sono apprezzate, in [...]

About a medieval ascetic treatise by Petrarch

19 Ottobre 2006 | Commenti disabilitati

The De Vita Solitaria was written in 1337 when Petrarch (1304-1374) retired in Vaucluse. Its original core was composed during the Lent of 1346 when the author spent meditation days by Philip de Cabassolles’s, Bishop of Cavaillon, Vaucluse. The work remained for many years unfinished and in 1356 its copying was concluded and it could [...]

Production or perception in italian language today?

17 Ottobre 2006 | Commenti disabilitati

According to the italian linguist Tullio De Mauro the panorama of the italian language isn’t so bright today. There are various gaps, the first of them is the great difference between the control the italian speakers have of the spoken language and the written language. 95% of italians have no doubts concerning the spoken language [...]

Morfologia del verbo in lingua suomi

16 Ottobre 2006 | Commenti disabilitati

In finlandese, suomi, esistono due forme verbali: la forma finita e la forma verbale non finita. In una, nella forma finita, l’idea di compimento dell’azione è necessariamente più forte, più dinamica. Le forme finite del verbo terminano con la desinenza personale: tule-n, tule-t, tule-e e si coniugano nel tempo, nel modo e nella forma passiva. [...]

La famiglia delle lingue uraliche

15 Ottobre 2006 | Commenti disabilitati

La derivazione delle lingue uraliche da una Ursprache non può essere confutata su basi serie. Numerose sono le interpretazioni concernenti l’albero genealogico di tale famiglia linguistica. Sono interessanti le teorie proposte, abbastanza recentemente, dall’estone Tiit-Rein Vitso e dal britannico Daniel Abondolo che hanno ipotizzato un albero in cui dal protouralico si diramano le lingue finniche, [...]

Il linguista francese Claude Hagège, ha proposto, con l’eleganza di un accademico del Collège de France, di denominare i parlanti delle lingue della razza umana,”Ingénieurs de langues”, ingegneri delle lingue. E ciò perché sono i parlanti, in seno alle società umane, a creare le lingue. Infatti, le lingue non si costruiscono da sole. Anche sulla [...]