Elly Van Gelderen (Arizona State University) e Judith Tonhauser (Ohio State University) a Roma

12 05 2017

Elly Van Gelderen (Arizona State University) e Judith Tonhauser (Ohio State University)  partecipano a Roma al Festival Festival delle Scienze 2017 dall’11 al 14 maggio. Il loro campo di studi è:  Cambiamenti nel linguaggio. Elly van Gelderen ha esplorato nei suoi studi il modo in cui i significati linguistici cambiano nel tempo seguendo un processo sistematico e unidirezionale. Ad esempio in lingue come l’inglese le forme negative deboli come “I didn’t do it” vengono via via sostituite da quelle più forti come “I never did”. Mentre è opinione comune che tale tipo di alterazioni siano il sintomo della ‘decadenza’ di una lingua, la linguistica li vede come naturali effetti del processo di acquisizione del linguaggio, quello per cui i bambini rielaborano in modo più ‘economico’ l’input ricevuto. Tali mutamenti vanno sicuramente accolti più che temuti.  Judith Tonhauser, ha studiato il modo in cui i significati variano (o non variano) nelle varie lingue del mondo. In particolare, si è concentrata sui modi in cui l’inglese e il guaraní, una lingua parlata in Sud America, si differenziano nella localizzazione temporale di eventi. A differenza dell’inglese, il guaraní non segna il tempo sui verbi, ma fa un uso produttivo di marcatori temporali sui sostantivi, per esprimere significati simili ad esempio a “ex studente”. Questo esempio illustra come significati analoghi possono essere veicolati da strumenti grammaticali anche molto diversi tra loro. Più in generale, tali studi scientifici rafforzano l’idea che le indagini comparative dei diversi linguaggi ancora parlati sulla Terra siano fondamentali per approfondire la nostra conoscenza della lingua e dei cambiamenti ad essa associati. 

 


Azioni

Informazioni